Gesu’ racconta la parabola della vedova persistente

Annunci

Gesù racconta la parabola della vedova persistente

Luca 18 

Un giorno, Gesù, raccontò ai discepoli una storia per insegnar loro che bisogna pregare sempre, senza stancarsi. “In una certa città viveva un giudice, un uomo che non temeva Dio e non aveva rispetto per nessuno. Nella stessa città c’era anche una vedova che si recava spesso dal giudice per chiedergli: ” Fammi giustizia contro il mio avversario“. Per qualche tempo il giudice non volle fare niente, ma alla fine pensò: “Non temo Dio e neppure gli uomini, ma questa vedova mi sta proprio seccando! Vedrò che le sia fatta giustizia, così finalmente non verrà più a disturbarmi”! Poi il Signore aggiunse: ” Ascoltate ciò che dice quel giudice ingiusto. Se fa così lui , volete che Dio non faccia giustizia a quelli che Egli ha scelto, che lo implorano giorno e notte? Tarderà da aiutarvi?Vi assicuro, invece, che egli farà giustizia presto. Tuttavia quando il Figlio dell’uomo tornerà, quanti ne troverà che hanno ancora fede?

 

Ripetere le nostre preghiere finchè non giunge la risposta non significa ripetizione meccanica e penosa di preghiera schematizzata. Pregare con costanza significa presentare con perseveranza le nostre richieste a Dio, giorno dopo giorno, credendo che Egli risponderà. Quando viviamo per fede non dobbiamo arrenderci. Forse Dio tarderà ne darci una risposta, ma certo lo farà per delle buoni ragioni e non dobbiamo pensare che ci sta trascurando . Man mano che perseveriamo nella preghiera, maturiamo nel carattere,nella fede e nella speranza.

Quest’uomo era totalmente malvagio, il Signore lo definì” ingiusto”. In questo caso il giudice non rappresenta Dio ma un suo nemico, se un uomo così ingiusto era in grado di accogliere le persistenti suppliche della donna, non avrebbe fatto Dio la stessa cosa e molto di più, Lui che non è solo giusto ma è altresì amorevole e misericordioso?

Quando il Signore tornerà, vera fede sarà quasi scomparsa, come ai giorni di Noè, quando solo otto anime furono salvate. Il periodo che precederà il suo ritorno sarà segnato dalla persecuzione, dall’apostasia e dall’incredulità (Mt 24:9-13,24)

Bibliografia ; Vita pratica attraverso il Nuovo Testamento; La Sacra Bibbia, note e commenti di John MacArthur